• Supporto informatico

  • Metti in salvo i tuoi dati

  • Separa i documenti importanti dai video e dalle foto

Quella del backup dei dati è una questione fondamentale.
L’hard disk dei pc, cioè il supporto fisico dove generalmente risiedo i nostri documenti è soggetto a rompersi. Può succedere dopo un anno o dopo 10 anni, ma succede più spesso di quanto si creda, purtroppo.
Negli ultimi anni poi, anche le grandi marche, per competere ed abbassare i prezzi non curano più i loro prodotti come una volta.
Lancio questo avviso perché abbiamo “perso” diversi hard disk nei mesi scorsi, fortunatamente senza drammi per i dati dei quali avevamo un backup recente.

E’ suggerito quindi a tutti di fare sempre una copia dei propri dati importanti su un server di rete, se disponibile nella struttura dove lavorate o su chiavetta usb, disco esterno o al limite su un altro pc.

Si è visto da esperienze recenti che le procedure di copia dei dati in automatico tramite “Cobian Backup”,  a volte sono lunghe delle ore e possono anche fallire perché devono copiare una quantità esagerata di GigaByte, “affaticando” gli hard disk e il pc.
Il fatto sconcertante emerso è che buona parte dei file non sono documenti di lavoro, ma file multimediali pesanti, films, file audio mp3 o wav, riprese video o gallerie di immagini.
E’ un fatto reale riscontrato che di 17 Gb di backup 15 erano di file multimediali!
Bisogna correre ai ripari prima che si rompa il prossimo hard disk e vada in fumo il lavoro di mesi perché il software di backup ci ha messo due ore per copiare films.

Esiste un problema comune molto diffuso che è quello della pubblicità che appare sul browser (Internet Explorer, Google Chrome,  Mozilla Firefox o altro) assieme al cambio della pagina iniziale.

Cause:
il problema è quasi sempre dovuto all’installazione di qualche programma free o plug-in che si “tira dietro” altri programmini che alterano il funzionamento del pc stesso partendo all’avvio del sistema.
Attenzione anche agli avvisi, che appaiono nelle pagine mentre si naviga, con immagini che simulano “esplora risorse” ed avvisi di infezione, errori o rallentamenti.